Anche tu puoi avere un giardino d’inverno, i consigli di Nyx

Avere uno spazio vetrato e ampio, ma anche una piccola terrazza o pergola racchiusa e con possibilità di delimitarla con vetrate, pvc o il più versatile Cristal, diventa un’opportunità per creare un luogo dallo spirito green, con piante decorative o anche da frutto che possono sopravvivere alle temperature più rigide.

Donare una nuova allure elegante: parliamo del giardino d’inverno, che amplia la nostra abitazione conferendo immediatamente classe agli ambienti in connessione a questo. Uno spazio dedicato al relax, all’ospitalità e in cui stare a contatto con la natura in ogni stagione.

Da non sottovalutare il fatto che le soluzioni architettoniche e di design possono essere molte, e che esso rappresenta un valido strumento per risparmiare energia.

La loro origine è nobile e lontana, infatti il giardino d’inverno nasce in risposta alla necessità di poter coltivare le piante in un ambiente con un clima ideale durante tutto l’anno. Già nel ‘400 la realizzazione di serre liberty, era praticata in epoca romana e si iniziarono a costruire dei sistemi per il controllo e la regolazione della temperatura delle serre. Il giardino d’inverno è proprio un’evoluzione di queste strutture e nasce nel XVI secolo nell’Europa del Nord, quando si usava coltivare piante di agrumi provenienti dai paesi mediterranei. Nacquero così in Italia le “limonaie”, ovvero strutture molto semplici per proteggere dal freddo le piante, e le “orangeries” in Francia che finirono per ospitare tantissime tipologie differenti di piante, a cui si aggiunsero poi le “greenhouse” e i “conservatory”, aperti anche al pubblico, specialmente in Olanda e Inghilterra: le verande d’inverno inglesi nascevano per ospitare piante tropicali che necessitano di un clima caldo tutto l’anno. In sostanza, era nata una nuova tipologia di architettura che, diffondendosi sempre più, divenne anche un luogo dedicato all’ospitalità delle persone e al riposo. Fino ad arrivare negli anni ’70 a versioni più piccole e domestiche per ricevere gli ospiti.

È bene sempre studiare la corretta esposizione di questo ambiente, che deve sfruttare il più possibile la radiazione solare. Infatti il giardino d’inverno, viene generalmente orientato a sud e si provvede all’installazione di tendaggi e ombreggiamenti per regolare l’ingresso dei raggi solari. Conseguentemente, il calore accumulato all’interno del giardino d’inverno viene poi sfruttato per ridurre il fabbisogno energetico per il riscaldamento dell’abitazione, con una riduzione del consumo di energia.

L’utilizzo del Cristal su strutture esistenti è un’ottima soluzione economica per ottenere spazi eleganti e correttamente isolati. Per realizzare un corretto comfort termico è doveroso, in fase progettuale, porre attenzione sulla scelta dei materiali isolanti, dato che in caso di superfici vetrate è molto elevata. L’obiettivo è quello di ridurre al minimo la dispersione termica e creare uno spazio che sia perfettamente abitabile sia d’estate che d’inverno. In questo caso sono perfette le tende a rullo manuali o motorizzate, una scelta di grande design personalizzabile nei colori e nella grammatura dei tessuti più o meno schermanti o oscuranti, con la garanzia di un isolamento modulabile. Plus interessante è quello di adottare il nuovo sistema TEZ WP tenda a rullo per l’esterno particolarmente indicata in situazioni di condizioni climatiche avverse. Questo modello si contraddistingue infatti per l’elevata resistenza al vento. L’abbinamento ideale è con il Cristal poiché permette di realizzare zone protette e riparate dalla pioggia e dal vento mantenendo la trasparenza ed il passaggio della luce.